11. lug, 2020

Testo

11 luglio 2020

Siamo tutti vittime di informazioni false

Internet ha concesso a tutti noi la possibilità di accedere con facilità a una miriade di informazioni che prima erano di difficile o impossibile reperibilità. Ricordo quando da giovane studente universitario, come pure nella prima fase della mia vita professionale, passavo giornate intere nella biblioteca del CNR a consultare schedari su schedari per cercare e poi ottenere in visione le pubblicazioni che potevano essermi utili. Oggi, con un po’ di pratica e qualche “click” è possibile leggere e stampare a casa propria ciò di cui si ha bisogno. Purtroppo ogni medaglia ha il suo rovescio e questo può essere estremamente pericoloso. Non mi riferisco alla quantità infinita di baggianate, spesso condite con insulti e parolacce, di cui sono infarciti i nostri social. Esiste qualcosa di molto più insidioso che si presenta sotto forma di messaggi diffusi come una catena di Sant’Antonio oppure attraverso interviste o articoli che contengono accuratamente nascoste e condite di belle parole una serie di informazioni, a loro volta prive di un minimo di prove, volte a influenzare l’opinione pubblica.

Proprio ieri sono stato fortemente colpito da un messaggio inviatomi da una mia amica Cubana che mi chiedeva un commento. Lei lo aveva ricevuto a sua volta da un’amica Angolana. Si tratta quindi di una triangolazione che coinvolge tre continenti. Ve ne trascrivo un estratto tradotto in Italiano (l’originale è metà in inglese e metà in spagnolo).

QUOTE

Trovata finalmente in Italia la cura del coronavirus.

I medici italiani, trasgredendo le indicazioni dell’OMS di non fare alcuna autopsia ai morti di coronavirus hanno scoperto che non è un VIRUS, ma un BATTERIO la causa della morte. Esso determina la formazione di coaguli di sangue che provocano la morte del paziente. <Tala Italia?> sconfigge il così detto Covid-19 che non è altro che una “coagulazione intravascolare diffusa (trombosi) “. La maniera di combatterla, vale a dire la cura, consiste nella somministrazione di “antibiotici, anti infiammatori e anticoagulanti”, in sostanza aspirina. Ne consegue che questa malattia è stata fino ad ora trattata in maniera errata. Questa notizia sensazionale per il mondo intero è frutto di una scoperta di medici italiani, risultato di autopsie effettuate su morti di Covid-19. Secondo patologi italiani la ventilazione artificiale e il ricovero in unità di rianimazione non era assolutamente necessario. In Italia sono dunque cambiati i protocolli di cura. E’ ben noto che questa pandemia è stata scoperta dall’OMS, ed i Cinesi  conoscono bene questa semplice cura ma non lo dicono per promuovere i loro affari. Notizia proveniente dal Ministero della Salute Italiano.

Diffondete questa notizia quanto più possibile. Infatti se qualcuno si ammala del così detto Covid-19 che non è un virus come ci fanno credere, ma un batterio, amplificato dalle radiazioni elettromagnetiche CAUSATE DAL 5-G (causa anche di infiammazioni e ipossia), egli ha il DIRITTO di sapere che gli è sufficiente ingerire 100 mg di Aspirina e Apronax o Paracetamolo.  Perché basta questo? Perché il Covid-19 provoca la coagulazione del sangue e una trombosi. Il sangue non ossigena il cuore e i polmoni ed il paziente muore perché non può respirare. Il ministero della salute italiano, una volta fatta questa scoperta, ha immediatamente ignorato i suggerimenti dell’OMS ed iniziato a somministrare 100 mg di Aspirina e Apraxas. I pazienti hanno iniziato immediatamente a migliorare fino al punto che ne sono stati dimessi 14000 in un solo giorno.  Qui, nel nostro Paese (Angola) ci hanno mentito ed il nostro Presidente si limita a fornirci ogni giorno dati e statistiche, ma non informazioni per salvare la vita dei cittadini che sono terrorizzati dalle elites. Tutti i Paesi del mondo si stanno prestando a questo gioco ad eccezione dell’Italia che ne è uscita forse perché è stata colpita da troppi morti e da una catastrofe economica. Capiamo ora perché le autorità ordinano di incenerire o seppellire immediatamente i morti senza autopsia, dichiarandoli altamente contagiosi. Sta a noi ristabilire la verità. QUESTA PANDEMIA è STATA VOLUTA PER VACCINARE ED UCCIDERE LE MASSE, PER AVERNE IL CONTROLLO ATTRAVERSO IL TERRORE E RIDURRE LA POPOLAZIONE MONDIALE.

UNQUOTE

Questi messaggi che diventano rapidamente virali ed invadono il mondo, specie i Pesi in via di sviluppo che hanno accesso a ben poche informazioni, hanno certamente un’origine ben pianificata ed un obiettivo.

Vi faccio un altro esempio, su un argomento assolutamente diverso e ad un livello ben più alto di cui in Italia si parla tutti giorni: il MES.

Siamo sommersi dalla mattina alla sera, tutti i giorni, da articoli sui giornali, interviste, dichiarazioni di uomini politici, dibattiti in televisione etc. In estrema sintesi si sono formati due gruppi.

Il primo, assolutamente contrario, sostiene che accettare questo finanziamento sostanzialmente senza interessi, sarebbe una catastrofe. Ci viene prospettato uno scenario di disoccupazione e di fame dovuta all’intervento della famigerata Troika, che attuerebbe un controllo ferreo della nostra economia, privandoci della nostra sovranità e facendoci fare la fine della Grecia. Secondo loro la prova è che i trattati europei che regolano il MES non sono stati modificati.

Il secondo gruppo sostiene che questo finanziamento deve essere accettato immediatamente perché ci fornirebbe subito una quantità di denaro di cui abbiamo bisogno, a differenza del Recovery fund i cui primi soldi arriverebbero nella migliore delle ipotesi nel secondo trimestre 2021. In “questo MES” l’unica condizione sarebbe l’obbligo di impiegare questi soldi per il “controllo ed il miglioramento diretto o indiretto” della lotta al Covid-19. E’ vero, i trattati non sono cambiati, ma essi individuano solo la cornice del sistema, mentre i dettagli vengono definiti volta per volta.

Siamo di fronte a due descrizioni opposte ed inconciliabili, una delle quali è falsa.

Ora, siamo purtroppo abituati a dichiarazioni e contrapposizioni di questo tipo e sarebbe vano aspettarsi che i nostri uomini politici si sedessero spontaneamente attorno a un tavolo e ci dessero evidenza delle loro tesi. Lo so, in un sistema democratico questo sarebbe un obbligo di chi è stato eletto come nostro rappresentante. Purtroppo, come sostengo da tempo, la nostra democrazia è, ad essere buoni, fortemente deteriorata. Un’altra cosa però si potrebbe fare. Un grande giornale o una rete televisiva, potrebbe organizzare una tavola rotonda invitando un gruppo di giuristi di provata fama, possibilmente esperti di diritto della Comunità Europea. Essi, al cospetto pubblico, dovrebbero spiegare a tutti in maniera chiara ed indicando i documenti alla base delle loro tesi, qual è la situazione. L’ideale sarebbe se riuscissero ad arrivare ad una posizione largamente condivisa. Ovviamente tali documenti dovrebbero essere messi a disposizione del pubblico. Perché nessuno fa ciò? Tutti collusi nel non divulgare la verità? Mi auguro di no perché in caso contrario dovremmo ammettere che la democrazia non esiste più e siamo dominati da un’oligarchia. Se questa è la conclusione però, smettiamola di sbandierare al mondo la nostra superiorità morale, vantando un regime che non è più il nostro.